Vita extraterrestre

Scienziato Russo: Nel 2031 l’incontro ravvicinato con gli extraterrestri

Scienziato Russo: Nel 2031 l’incontro ravvicinato con gli extraterrestri

Ultimamente studiosi di vario livello hanno riportato in primo piano la ricerca di forme di vita extraterrestre. A questa lista di persone si aggiungono le dichiarazioni dello scienziato russo Andrei Finkelstein: nel 2031 scatterà l’incontro con forme di vita extraterrestre. C’è la vita su altri pianeti, e sicuramente in forme simili alla nostra. 

Secondo l’eminente scienziato russo Andrei Finkelstein mancherebbero esattamente vent’anni all’incontro ravvicinato del terzo tipo. Nel 2031, infatti, secondo lo studioso, ci sarà l’incontro con forme di vita extraterrestre. 

Lo ha detto aprendo i lavori del simposio internazionale “Alla ricerca di intelligenza extraterrestre che si è tenuto a San Pietroburgo. Secondo Finkelstein, il 10% dei pianeti che circolano nei  sistemi solari della galassia ha condizioni similari alla nostra Terra, cosa che renderebbe la possibilità di forme di vita su questi pianeti piuttosto sicura.

Ma non solo: lo studioso si è spinto a dire che i nostri cugini dello spazio avrebbero una forma fisica anche simile ai noi uomini, con due braccia, due gambe e una testa. Bontà sua, il professore ha poi aggiunto che però è possibile che gli alieni abbiano la pelle di un colore differente dal nostro. 

Ma anche sula terra succede lo stesso, ha prontamente aggiunto. Il che è assolutamente vero. 

Ma cosa lo rende così sicuro di queste affermazioni? 

La sua fede e conoscenza nelle leggi fondamentali della vita: questa conoscenza lo rende sicuro che la vita esista in tutto l’universo. la genesi della vita, ha aggiunto, è inevitabile così come lo è la formazione degli atomi, dice Finkelstein. E poi: perché questa rivelazione di forme di vita aliena dovrebbe accadere esattamente nel 2031, fra vent’anni? 

Si tratta in realtà di un calcolo teorico, in quanto Finkelstein non possiede alcuna evidenza.

Solo ragionamenti, che però non sono basati su aria fritta. Dice infatti lo scienziato russo che le conoscenze scientifiche e tecnologiche nel campo sono enormemente cresciute negli ultimi anni. E’ infatti dal 1960 che gli studiosi russi cercano di inviare messaggi nel cosmo per farsi intercettare da forme di vita aliene.

Nel giro di vent’anni, ha spiegato, le nostre possibilità tecnologiche saranno tali che forme di vita anche lontanissime potranno finalmente captare i nostri messaggi. Semplice, no?

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *