yellowstone vulcano
Misteri

I Geologi: Il vulcano di Yellowstone sta per “esplodere”

L’esplosione del  super-vulcano Yellowstone porterebbe la fine di ogni creatura vivente sulla Terra.

Quando la Caldera di Yellowstone, il nome dato alla struttura geografica del parco nazionale, espelle il magma, gran parte degli Stati Uniti continentali sarà ricoperta da una coltre di cenere.

Quella cenere ostruirà l’atmosfera abbastanza a lungo da bloccare la luce solare, causando il caos climatico, che a sua volta causerà penuria alimentare e carestia su scala globale.

L’ultima eruzione su larga scala di quel tipo avvenne 640.000 anni fa, e quella precedente avvenne 1.3 e 2.1 milioni di anni fa. E nel frattempo, ci sono state eruzioni su scala più piccola, più di 70.000 anni fa.

All’Osservatorio Vulcanologico di Yellowstone, un avamposto gestito dallo United States Geological Survey insieme al Parco Nazionale di Yellowstone e all’Università dello Utah, un gruppo di vulcanologi monitora continuamente l’attività tettonica del “gigante addormentato”.

Registrano tutti i movimenti in tempo reale alla ricerca di indizi su ciò che sta avvenendo sotto la superficie. Ma anche così, gli scienziati dicono che non c’è modo di prevedere quando si verificherà il cosiddetto The Big One, il grande terremoto.

Un geologo americano ha avvertito che una serie di sciami sismici registrati nel mese di aprile e all’inizio di maggio potrebbe indicare l’imminente eruzione del supervulcano di Yellowstone.

yellowstone vulcano
yellowstone vulcano

Durante il mese di aprile, sono stati registrati un totale di 63 terremoti attorno al supervulcano nel Wyoming. Tutti i tremori erano relativamente piccoli, compreso uno dei 2.6 della scala Richter, avvenuta il 29 aprile. E dal 1 ° maggio, altri otto terremoti hanno scosso la caldera di Yellowstone.

Il più grande dei terremoti è stato il 2.4 su scala Richter il 4 maggio, secondo le statistiche del United States Geological Survey (USGS). Ma la cosa più inquietante è che i tremori nell’area non mostrano alcun segno di rallentamento.

Scott Burns, professore emerito di geologia all’Università di Portland, ha detto che la serie di piccoli terremoti attorno al vulcano di solito significa che magma e gas sotto la superficie stanno cominciando ad uscire.

Loading...

“Se ci sono sciami sismici sotto un vulcano attivo, un’ipotesi di lavoro è che il magma si muova al di sotto”, ha detto il professor Burns al tabloid britannico Daily Express.

Tuttavia, non tutti gli scienziati concordano con l’avvertimento di Burns. Apparentemente, nel febbraio 2018, sono stati registrati 200 terremoti nel corso di due settimane. Nel 2017, un numero ancora maggiore di terremoti è stato riscontrato nella regione.

Quindi ci sono due possibili cause di sciami sismici: un cambiamento nelle principali placche tettoniche o movimenti di acqua, gas o magma sotto la superficie. Nel caso di Yellowstone, è quest’ultimo.

Il supervulcano ha molti liquidi e gas sotto terra. Jamie Farrell della University of Utah a Salt Lake City, crede che questo è solo una parte del ciclo naturale di Yellowstone vulcano.

“Gli sciami sismici sono abbastanza comuni a Yellowstone”, spiega Farrell. “Non c’è alcuna indicazione che questo sciame sia collegato al magma che si muove attraverso la crosta superficiale.”

Ma la comunità scientifica è divisa con la spiegazione dell’USGS. Oltre a Burns, altri esperti sono convinti che il supervolcano possa esplodere prima di quanto pensi, e l’eruzione che potrebbe porre fine alla vita sul pianeta.

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *